Didattica a distanza e Google Classroom

Creare una classe con Google Classroom permette di usare la piattaforma sia per la didattica a distanza che in presenza

Published: Luglio 22nd, 2022

L’anno scolastico 2021/2022 è ormai giunto al termine e ci lascia con un po’ di esperienza in più in campo digitale. Quasi tutti i docenti, dalla scuola materna all’università, hanno avuto a che fare con la didattica a distanza. Chi più, chi meno, si è confrontato con piattaforme software e connessioni da remoto dedicate agli studenti positivi o in isolamento, mentre contemporaneamente il resto della classe era in presenza. Una sfida non da poco. Ma facendo un bilancio di questo anno scolastico possiamo affermare che la scuola è stata promossa. Insegnanti, studenti, personale scolastico e famiglie: chiudiamo l’anno didattico con un bel voto per tutti. 

Detto questo, ci sono sempre margini di miglioramento. E quello che vale per gli alunni è tanto più valido per i docenti, chiamati a svolgere un ruolo cruciale per la società. Il prossimo step è dunque quello di far tesoro delle nozioni apprese ed imparare a sfruttare al massimo gli strumenti tecnologici a disposizione, per far sì che questa nuova normalità fatta di lezioni in presenza e didattica digitale integrata diventi una prassi di eccellenza per lezioni sempre più coinvolgenti e una scuola che formi al meglio le generazioni che prenderanno in mano il futuro del Paese.

Didattica digitale integrata e G Suite for Education

Tra le piattaforme più utilizzate dalle scuole per la didattica a distanza prima e la didattica digitale integrata poi, c’è G Suite for Education di Google. Regina della suite di Google è sicuramente l’applicazione Google Classroom che consente in maniera semplice e immediata di gestire la classe virtuale, l’assegnazione dei compiti, le videolezioni, le verifiche e tutto ciò di cui ha bisogno la didattica moderna. 

Utilizzare Google Classroom è piuttosto semplice. L’interfaccia chiara e user-friendly permette di utilizzarla anche senza avere conoscenze tecniche di alto livello. Si tratta infatti di uno strumento pensato per gli insegnanti, ma anche per gli alunni di tutte le età. Per questo motivo, è agevole già dalla scuola primaria: basta saper leggere e scrivere per poter utilizzare il programma per la didattica.

Molti docenti, a seguito dell’introduzione della DDI nel piano studi nazionale, utilizzano Google Classroom ormai quotidianamente per l’assegnazione dei compiti, le riunioni di classe e i colloqui con i genitori. Perfettamente integrata nel sistema scolastico, questa app è compatibile con qualunque sistema operativo e utilizzabile da qualsiasi device. Non solo, si può usare Classroom anche su più dispositivi accedendo sempre con lo stesso account. 

Per chi non conoscesse la piattaforma Google Suite per la scuola, o semplicemente volesse approfondire la sua conoscenza in materia, vediamo nello specifico le best practice per la creazione di una classe virtuale con Classroom.

Come creare una classe con Classroom

Per creare una classe su Classroom innanzitutto è necessario accedere alla piattaforma Google for Education con il proprio account e-mail. 

Sono tre i tipi di account che si possono utilizzare per accedere a Google Classroom:

  • Account e-mail scolastico, chiamato anche account Google Workspace for Education. È un tipo di account fornito al docente direttamente dall’istituto scolastico che si è accreditato presso la piattaforma. Ha un formato del tipo [email protected] Per ottenerlo è necessario rivolgersi alla segreteria scolastica, all’amministratore IT della scuola o all’esperto digitale incaricato.
  • Account e-mail personale del tipo [email protected]
  • Account e-mail aziendale legato a un Account Google Workspace: viene configurato dall’amministratore dell’organizzazione per cui si lavora e ha un formato del tipo [email protected].

Una volta effettuato l’accesso alla Suite di Google basterà cliccare su “Crea corso” e seguire il percorso guidato, inserendo tutte le informazioni richieste dai campi del form. Dopo aver inserito le informazioni del corso, ovvero nome del corso, sezione, materia e aula, bisognerà procedere con la creazione della propria classe, per dare l’accesso al corso agli studenti interessati. Per fare questo, occorre andare sulla pagina del corso appena creato, cliccare su “Persone” nel menu in alto e aggiungere gli indirizzi e-mail degli alunni.

Nel caso in cui si tratti di un account scolastico, anche gli alunni saranno dotati di indirizzo e-mail scolastico del tipo [email protected] Nel caso invece si tratti di un account aziendale o personale, si procederà con l’inserimento delle e-mail personali o aziendali degli studenti e partecipanti interessati.                            

Google Classroom: pieno controllo per gli insegnanti

Abbiamo visto come si crea una classe su Classroom, scopriamo adesso quali sono i vantaggi del suo utilizzo per i docenti. 

Il docente che crea una Classroom ne ha il pieno controllo e può interagire con i singoli alunni sia personalmente che in gruppo. Può avviare uno stream video con lezioni o lavori di gruppo, creare delle verifiche o dei quiz, condividere materiali didattici corredandoli di link, allegati e video, assegnare compiti e restituire voti o commenti sul lavoro svolto. 

Gli insegnanti hanno il pieno controllo sulla classe creata su Classroom e possono in qualunque momento modificare, aggiungere, eliminare contenuti, oltre a interagire e comunicare sia con la classe nell’insieme che con il singolo studente in via privata, tramite e-mail o tramite commento diretto in piattaforma, simile ad una chat, che leggerà solo l’interessato. I docenti hanno inoltre a disposizione uno storico dei lavori degli studenti e un archivio sia per i singoli studenti che per la classe intera, con un calendario delle scadenze e lo status della consegna degli elaborati o degli esercizi assegnati. 

Il tutto è accessibile da qualunque pc o dispositivo mobile semplicemente attraverso le proprie credenziali: si tratta indubbiamente di una bella comodità per gli insegnanti che avranno sempre la situazione sotto controllo in pochi clic.

Google Classroom per gli studenti

Gli studenti sono ormai abituati alla didattica integrata digitale e creare una classe su Classroom è dunque un vantaggio per tutti. 

Attraverso il profilo studente, l’alunno può accedere da qualunque dispositivo a tutti i compiti e gli esercizi assegnati, può consegnare direttamente gli elaborati e i compiti svolti in maniera digitale e può scrivere al docente singolarmente o all’intera classe per approfondire un argomento o dissipare un dubbio. 

Si tratta di un ambiente di lavoro digitale piuttosto semplice e intuitivo che permette agli studenti di collaborare tra loro pubblicamente e di interagire in maniera diretta con gli insegnanti, sia pubblicamente che in forma privata. Non è invece possibile per lo studente scrivere direttamente a un compagno di classe attraverso la piattaforma.                                                                                                                                

Per qualunque dubbio o difficoltà di utilizzo, la piattaforma Google for Education mette a disposizione di docenti e studenti una guida online completa e gratuita. 

Come utilizzare al meglio Google Classroom

Google Classroom è tra le piattaforme più utilizzate dagli istituti scolastici proprio per la sua immediatezza. Non servono competenze tecniche di alto livello per utilizzarla al meglio, e la sua interfaccia è semplificata al massimo con comandi presenti in qualunque editor di testo o sistema per la posta elettronica. Un utilizzatore con più esperienza può creare con Classroom progetti più articolati con lezioni e materiali di approfondimento interattivi, proporre agli studenti quiz e prove scritte più strutturate e importare anche da file esterni parti di lezioni da librerie didattiche disponibili online.

Al tempo stesso, un utilizzatore con competenze digitali di base può comunque utilizzare e far usare ai suoi studenti questo strumento tanto semplice quanto potente, ed avere il pieno controllo della classe, delle scadenze, dei voti, delle consegne e l’andamento generale della classe, anche a portata di smartphone. Una vera rivoluzione per la nostra scuola che si veste di un look più moderno ed efficiente. In una parola: smart.

E per utilizzare Classroom al massimo, i monitor interattivi ActivPanel di Promethean sono la scelta ideale per le scuole di ogni ordine e grado: compatibili con tutti i dispositivi, anche mobili, dotati di processore interno e di schermo ad alta definizione, con software nativo realizzato da esperti del settore in collaborazione con i docenti e con la possibilità di accedere a una libreria di risorse online in continuo aggiornamento. 

Grazie ai display interattivi Promethean ActivPanel la didattica a distanza, la didattica digitale integrata e la didattica in presenza non saranno mai complesse da gestire per gli insegnanti.

D’altronde, la tecnologia ha il compito di semplificare la vita di chi la utilizza e quella messa a punto da Promethean per la scuola fa esattamente questo: rende le lezioni tecnicamente semplici da realizzare per il docente e contemporaneamente coinvolgenti ed efficaci per gli studenti. Per saperne di più della gamma di display interattivi ActivPanel di Promethean per la scuola clicca qui.

Desideri maggiori informazioni sui monitor interattivi Promethean per la tua scuola? Richiedi subito una demo gratuita

Per saperne di più sull’universo Promethean per la scuola:

This site is registered on wpml.org as a development site.